Ecco perché forse non dovremmo utilizzare Zoom

Riguardo a Zoom1, la piattaforma di videoconferenza che sta letteralmente spopolando e che ho citato proprio ieri in questo post, riporto giusto un paio di dati:

valore di mercato35,16 miliardi
valore azioni126,01 $

Per fare una semplice considerazione, Zoom vale più di Ford (17,05 miliardi), Fiat Chrysler Automobile (9,55 miliardi) e Renault (4,75 miliardi) messe insieme. A novembre 2019 nelle contrattazioni al Nasdaq le azioni erano scambiate a 62 dollari: oggi hanno superato quota 126 dollari, segnando una crescita del 103%, anche se nei giorni scorsi hanno toccato i 160 dollari.

Nel trimestre novembre 2019 – gennaio 2020 ha riportato ricavi per 188,25 milioni, un reddito netto di 15,34 milioni e liquidità in cassa per 283,13 milioni.

Falle e gravi problemi di sicurezza

Cosa è accaduto però nel frattempo? Mentre nelle scorse settimane la sua user base è cresciuta a ritmi vertiginosi, spinta anche dagli effetti dell’epidemia di coronavirus, sono emersi alcuni dettagli non insignificanti sui bug e le vulnerabilità che affliggono la piattaforma.

Una della falle più gravi è quella che provoca il cosiddetto Zoombombing 2, un fenomeno in espansione in cui dei potenziali intrusi dirottano le videochiamate mostrando ai partecipanti discorsi di odio, immagini offensive e pornografia. Si tratta di un fenomeno talmente allarmante che l’FBI ha emesso un avvertimento sull’uso di Zoom, sconsigliandone l’utilizzo.

FBI warns of Teleconferencing and Online Classroom Hijacking during COVID19 pandemic. Find out how to report and protect against teleconference hijacking threats.
Twitter, @FBIBoston

Le verifiche hanno anche messo in luce l’opacità della politica di privacy dell’azienda, che le consente di raccogliere indiscriminatamente dati personali e inviarli a terze parti.3 «Forse, non dovremmo utilizzarlo», avvertono su TechCrunh e probabilmente dovremmo dargli retta.

Un report del team CitizenLab spiega come l’applicazione utilizzi un tipo di crittografia non standard e che le informazioni vengano dirottate su server cinesi. Piccola nota: secondo i dati riportati da The Intercerpt, Zoom avrebbe 700 dipendenti dislocati in Cina e che operano localmente attraverso tre società sussidiarie.

La morale? L’utilizzo di Zoom è altamente sconsigliato per i governi, le aziende, le università, le scuole, gli ospedali e tutti quegli enti e organizzazioni che gestiscono dati di importanza strategica o le informazioni personali di un gran numero di persone.

Solo per citare un esempio, Elon Musk con un’email inviata il 28 marzo ai 6.000 dipendenti di SpaceX ha espressamente vietato l’utilizzo della piattaforma per le videoconferenze e per lo scambio di informazioni interne. La NASA, uno dei più importanti clienti di SpaceX, ha adottato la stessa misura e da quello che si legge sui vari siti, sembra che Apple e molte altre organizzazioni stiano prendendo misure simili.

Insomma, se appartenete ai fan della prima ora e volete utilizzarlo fate pure: ma con un briciolo di consapevolezza in più e a vostro rischio.


A proposito di Apple, vi segnalo questo post iPad Segreto, che racconta alcuni curiosi e nostalgici retroscena sullo sviluppo del primo iPad nel lontano 2010.


  1. Wikipedia Zoom è una società di servizi di teleconferenza con sede a San Jose in California; fornisce servizi di conferenza remota che combina videoconferenza, riunioni online, chat e collaborazione mobile. 
  2. CNBC, More and more people have seen their video conferences interrupted by invaders on the trendy Zoom services in the past two weeks. 
  3. Bloomberg, Zoom acknowledged that it shares data with Facebook in a blog post on March 27. 

7 Commenti

  • io l'ho usato un paio di volte ma sarò all'antica e preferisco ancora il caro vecchio Skype. Ultimamente per via dello smartworking sto anche utilizzando Teams ed è molto più comodo di Zoom per l'integrazione con tutto office e le funzioni collaborative..... penso che lo cancellerò a questo punto.
    • A me la cosa che impressiona è come sia possibile che un'applicazione del genere per quanto utilizzata sia valutata più di 3 case automobilistiche messe insieme. Poi uno dice come si scatenano le crisi finanziarie globali. Bho.
      • hanno già passato una patch che fixa tutti i problemi noti di sicurezza
        • Stavo scrivendo la medesima cosa
        • Sì ma non è quello il solo problema. È prima di tutto di trasparenza, a partire dalla gestione della privacy e dei dati totalmente opaca.
      • La società vale tante e improvvisamente è diventata il male.. curioso, no? Soprattutto perché la maggior parte dei problemi sono comuni a altre piattaforme.
        • Francesco, non credo sia questo il problema. Nessuno avrebbe interesse ad affossare una società in salute e che opera nel rispetto delle regole, da nessuna parte del mondo.