Immuni

Sto leggendo in queste ore moltissimi post che sbeffeggiano l’app di tracciamento dei contagi proposta dal Governo1 (si chiamerà Immuni e sarà sviluppata da Bending Spoons) svilendone l’efficacia, in quanto la sua adozione è su base volontaria e che pertanto non servirà a niente. Credo che si stia facendo un madornale errore tirando questa conclusione perché se da una parte c’è lo sforzo del Governo di fornire uno strumento utile alla nostra salute, gratuitamente e senza costrizioni, dall’altra dovrebbe esserci l’accortezza di ciascuno di noi di usufruirne per il bene proprio e di quello della comunità.

Almeno per questa volta evitiamo di cadere nei soliti cliché perché non si può dire che il Governo non si stia impegnando né che ci manchino gli strumenti digitali per tutelarci ma, come invece più spesso succede, nel caso in specie, a mancarci è il comune senso civico che presuppone talvolta un impegno anche da parte nostra.


  1. Il Sole 24 Ore, L’app italiana per il tracciamento del contagio del coronavirus si chiama Immuni. Il commissario Arcuri ha firmato l’ordinanza per procedere alla stipula del contratto. 

6 Commenti

  • Senza contare che nel frattempo le stesse persone cedono dati personali (e anima) alle app FB del tipo: che animale eri nel Medioevo e cavolate così
    • Sono d'accordo: stanno comunque peccando in comunicazione (decisamente cialtronesca), tra la mancanza di fiducia e la politica ormai ridotta peggio del tifo calcistico, sarà difficile.
      • Osservazione giustissima mi pare che ci sia la buona volontà di tutti di uscire presto da questa situazione perciò come dici dovrebbe essere anche una nostra consapevolezza adottare le giuste misure che lo stato ci mette a disposizione. Io francamente tutto questo allarmismo per la violazione della privacy lo considero una falsissima polemica da parte di chi ha almeno una dozzina di profili sui social.
        • Però Antonio è tutto poco chiaro… l'app dovrebbe essere pubblicata dall'AGID e con una serie di chiarimenti precisi sulla gestione del dato. Oggi poi ho sentito al TG3 distrattamente che l'applicazione dovrebbe essere a costo 0 per lo stato e mi si sono drizzati tutti i peli del corpo. Spero di riuscire a sentire nuovamente e per intero il servizio e quindi approfondire. Perché lo sappiamo tutti cosa significa avere un servizio gratis sul web, vero????
          • Vorrei evitare retropensieri. È anche vero che il web ci ha dato questa illusione che dobbiamo per forza avere risposte, risposte e risposte su tutto anche quando non è detto che qualcuno ce le debba dare con i tempi che noi riteniamo. Per stavolta voglio essere fiducioso. Valuteremo dopo ma non voglio essere necessariamente prevenuto.
          • l’app l’ha fatta bending spoons, una delle migliori realtà italiane nel mondo quindi su quello c’è da stare tranquillo