Supremazia quantistica

0
Ti piace?

A 300 miglia dal Googleplex, lo scorso ottobre, un team di ricercatori di X, società di Alphabet che si occupa dello sviluppo di tecnologie radicali per risolvere alcuni dei più complessi problemi dell’umanità, è riuscito in un’impresa storica: raggiungere la supremazia quantistica ovvero fare eseguire a un computer quantistico un calcolo impossibile per qualsiasi altro computer convenzionale.

Durante l’esperimento, Sycamore 1, il processore quantistico a 53-qubit di Google, ha effettuato un calcolo che richiederebbe a un supercomputer diecimila anni in appena 200 secondi. La notizia ha dato spazio anche ad alcune critiche: secondo i ricercatori IBM infatti, la stessa simulazione potrebbe richiedere a un sistema classico non più di 2,5 giorni contro i diecimila anni riportati nell’esperimento.

Nell’abstract del paper di Google pubblicato su Nature si legge:

Our Sycamore processor takes about 200 seconds to sample one instance of a quantum circuit a million times—our benchmarks currently indicate that the equivalent task for a state-of-the-art classical supercomputer would take approximately 10,000 years.

Come rivela Wired, nel team di X esiste un altro gruppo segreto, di cui si conosce ben poco, ma che pare stia lavorando allo sviluppo di algoritmi e librerie quantistici che consentano agli sviluppatori convenzionali di utilizzare l’inimmaginabile potere di calcolo fornito da tali computer.


  1. Medium, Google has made a major claim in quantum supremacy with the new Google quantum computer using the Sycamore Processor. In this article, we will look deeper into quantum supremacy, its significance and the Sycamore Processor itself. The holy grail of quantum computing is to demonstrate speed supremacy over the classical computer — the computer we have today. The complexity of the RSA cryptographic algorithm was thought to be exponentially grown with the length of the key. 

Commenti