Zoom quadruplica i ricavi e il titolo vola a Wall Street

Mentre molti settori dell’economia globale faticano a mitigare gli effetti negativi dei lockdown imposti della pandemia, alcune aziende come Zoom Video Communication, che fa capo alla popolare piattaforma di video conferenza, hanno realizzato risultati record.

Nella secondo trimestre dell’anno i ricavi di Zoom sono saliti a 663,5 milioni di dollari, il 32% in più rispetto alle stime degli analisti che puntavano a 500,5 milioni. Se confrontati al dato dello stesso periodo del 2018 stiamo parlando di una crescita del 355% su base annua. L’utile netto del trimestre è stato di 185,9 milioni di dollari rispetto ai 5,5 milioni del secondo trimestre 2019.

Q2 2020Q2 2019
revenue663,5145,8
cost of revenue192,227,9
net income185,95,5
Risultati ed economici relativi alla seconda trimestrale del 2020 di Zoom Video Communication Inc.

Eric Yuan, CEO di Zoom, ha dichiarato:

Our ability to keep people around the world connected, coupled with our strong execution, led to revenue growth of 355% year-over-year in Q2 and enabled us to increase our revenue outlook to approximately $2.37 billion to $2.39 billion for FY21, or 281% to 284% increase year-over-year.
Eric Yuan

Per il terzo trimestre la società prevede tra i 685 e i 690 milioni di ricavi e per l’anno fiscale 2021 una crescita dei ricavi complessiva tra i 2,37 e i 2,39 miliardi di dollari. A ridosso della comunicazione dei risultati, il valore delle azioni della società, è cresciuto del 30%: l’attuale capitalizzazione di mercato è di 120 miliardi di dollari, 25 miliardi di più rispetto allo scorso anno. In pratica la società vale più di colossi come IBM e AMD1.

La popolarità di Zoom è esplosa nei primi mesi dell’anno, contestualmente alle restrizioni imposte dal covid-19 e l’applicazione, in pochi mesi, ha avuto una copertura mediatica intensissima, non sempre positiva. Ad aprile alcune aziende tra cui Google, Apple, SpaceX e Nasa avevano vietato ai propri dipendenti l’utilizzo della piattaforma a causa di significativi problemi di sicurezza. Una della falle più gravi riguardava il cosiddetto Zoombombing, un fenomeno in espansione in cui dei potenziali intrusi potevano dirottare le videochiamate mostrando ai partecipanti discorsi di odio, immagini offensive e pornografia.

É poi discutibile l’utilizzo che ne hanno fatto alcune aziende durante i momenti iniziali della pandemia: tra queste c’è Bird che ha licenziato più di 400 dipendenti, il 30% del suo staff, durante una call di 2 minuti sulla piattaforma.


  1. CNBC, Zoom’s market cap now stands at more than $120 billion, up from $25 billion a year ago. The company is now larger than IBM and AMD. 

2 Commenti

  • Si, ok. io comprerei azioni IBM o AMD
    • Diciamo che la gente si è fiondata su ciò che sapeva o poteva usare. All'inizio Google Meet era limitato agli account business GSuite, poi comunque funzionava solo con account google ecc. Li ha sbagliato Google. Gli altri hanno messo barriere di ingresso più alte, canoni ecc. Zoom, tutta quasi gratis è stato l'unico motivo, insieme all'usabilità, che ne ha decretato il successo, poi il passaparola ha fatto il resto. Del resto ci sono piattaforme migliori, ma si pagano, e la gente non vuole pagare, almeno palesemente.